I Tarocchi della Triplice Dea

Il mio primo mazzo di Tarocchi è stato quello della Triplice Dea.
Ammetto che, per coloro che sono principianti e che hanno appena iniziato lo studio delle carte, non sia proprio un mazzo di immediata e facile comprensione, ma naturalmente mi sono lasciata trascinare dall’istinto e dal cuore. (Ormai le mie decisioni le prendo così, buon senso addio, benvenuta istintività 😅)
Li avevo notate subito ed ero rimasta colpita dalle loro immagini, i loro colori, il loro significato spirituale.. e dal momento che nella lettura dei Tarocchi è fondamentale sentire un legame, una connessione con le carte, ho scelto quelle il cui richiamo è stato immediatamente molto forte.

Non seguono lo schema dei Marsigliesi, ma dei Rider Waite, infatti la carta della Forza e della Giustizia sono rispettivamente la carta 8 e 11 degli Arcani Maggiori.

In questo mazzo è di rilievo il sacro femminile, rappresentato dalla Dea e dal suo legame con la Luna, ritratta nelle varie fasi (crescente, piena e calante), le quali si legano alle fasi della femminilità.
Le carte rispecchiano infatti le varie tappe della vita: abbiamo la Fanciulla (al posto del comune Bagatto), l’Insegnante (che prende il posto del Papa), la Madre (che rappresenta la Forza) e l’Anziana (che sostituisce il Diavolo). Come ultima carta, invece del Mondo abbiamo la Riunione.
Sono presenti due diverse versioni del Matto: stesso disegno, ma colori e abbigliamento diversi. Qui sta alla maga scegliere se utilizzare una sola versione, oppure se integrarle entrambe nel mazzo e vedere in che modo escono. Può essere interessante; tuttavia, personalmente, preferisco usare solo una delle due alternative e lasciare l’altra nella scatola.

Il significato delle carte è quello tradizionale, nel senso che il diverso modo di nominarle non altera la spiegazione di ciò che la carta rappresenta, ma offre ulteriori spunti di riflessione e apre a nuove sfumature nell’interpretazione. Quindi, se per esempio esce la Forza, qui nominata la Madre, non c’è motivo di entrare nel panico chiedendosi che cosa mai quella carta possa significare. La Forza rappresenta la capacità di essere determinati e assertivi, di dar voce a ciò che per noi è importante, di essere forti anche con noi stessi e calibrare la nostra parte più istintiva e selvaggia affinché non prenda il sopravvento. In una stesa, il fatto che sia nominata La Madre, può voler dire di usare la dolce forza di una madre che, amorevole ma severa, sa come agire per il bene della sua famiglia. Naturalmente questa è una spiegazione parziale e superficiale, bisogna sempre considerare il contesto, la domanda, in che posizione si trova nella stesa e la situazione nella quale ci troviamo. Semplicemente mi preme dare un chiarimento.

Per quanto riguarda la qualità delle carte devo dire che non mi ha affatto deluso. Le carte sono maneggevoli, fatte con materiale resistente, colori magnifici, immagini evocative e intuitive. All’interno della confezione c’è un piccolo libretto che in varie lingue spiega brevemente il significato di ogni arcano.
Se vi piacciono e state imparando a leggere i tarocchi per la prima volta, ve lo ripeto, non è semplice, ma è fattibile. Io ho imparato così, cimentandomi piano piano nella lettura. E sarà che sono i primi Tarocchi che ho maneggiato in modo consapevole, ma con queste carte ho instaurato un legame profondo e speciale.. Riferendosi alla Luna non poteva essere altrimenti 🌛🌝🌜

Tarocchi della Triplice Dea
Tarocchi della Triplice Dea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...