🔮I messaggi dell’oracolo🔮

Cosa ci insegna l’autunno? Che dobbiamo lasciar andare le cose che non ci nutrono più. Che nella malinconia c’è una bellezza struggente. Che per poter voltare la pagina bisogna trovare il coraggio di far cadere le foglie secche, a costo di lasciar spoglio e freddo il nostro ramo. Solo così un giorno potranno nascerci nuovi germogli..
Catherine Black

Autunno è tempo di bilanci, di equilibrio, di introspezione. E proprio come gli alberi, anche noi siamo chiamati a lasciare andare quello che non ci serve più.
Iniziamo il mese di Ottobre rispondendo a questa domanda: Cosa devo lasciare andare?

Chiudete gli occhi, concentratevi; fatevi guidare dal cuore, dalle sensazioni e scegliete un mazzetto: il primo a sinistra, quello al centro, o il terzo a destra.

Le carte utilizzate sono l’oracolo Sirene e Delfini di Doreen Virtue e i Tarocchi delle Fate di Radleigh Valentine.

Domani pomeriggio pubblicherò i responsi.

Essere Strega✨

Nelle fiabe le streghe portano sempre ridicoli cappelli neri e neri mantelli e volano a cavallo delle scope.
Ma questa non è una fiaba: è delle streghe vere che parleremo.
Ci sono alcune cose importanti che dovete sapere, sul loro conto; perciò aprite bene le orecchie e cercate di non dimenticare quel che vi dirò.
Le vere streghe sembrano donne qualunque, vivono in case qualunque, indossano abiti qualunque e fanno mestieri qualunque.
Per questo è così difficile scoprirle.

Roald Dahl

Quando ammetto di essere una Strega non lo faccio mai con leggerezza, anche se ogni tanto mi diverto a dirlo a mo’ di battuta per testare la reazione di chi ho davanti e capire se mi posso fidare o meno. Quello che spesso viene frainteso, anche da coloro che sembrano avere una “mentalità aperta”, è che non si tratta di una moda, di una religione, o di apparire “alternativa”. Non ha nulla a che fare con il trucco nero, i tatuaggi, l’indossare oggetti strani o vestiti dark. E vi garantisco che non sembro affatto la copia sbiadita di Morticia Addams, né mi concio come se fossi appena uscita da qualche romanzo fantasy.. Sia chiaro, non critico chi lo fa, sto semplicemente dicendo che, a vedermi, appaio come una ragazza normalissima, dall’aspetto pulito e forse quasi anonimo. A prima vista, nessuno pensa che sia una strega, anzi spesso, sia per il mio aspetto e sia per l’atteggiamento, vengo chiamata bonariamente “fatina”.

Continua a leggere “Essere Strega✨”

Gentilezza Gratuita

Avete presente la cattiveria gratuita?
Ecco, esiste anche la gentilezza gratuita, e ogni tanto vivo episodi che me lo ricordano.

Capita che, inaspettatamente, qualcuno sia particolarmente gentile e disponibile nei miei confronti, riservandomi un gesto di bontà improvvisa.. questo mi lascia sempre senza parole, ma col cuore colmo di commozione.

Non serve chissà cosa, anzi! Si tratta di gesti semplici, semplicissimi!! Eppure hanno una potenza incredibile, perché nella loro genuinità sono veri, autentici, sinceri. Sono dei veri e propri doni.

A volte ci focalizziamo su qualcuno che non è in grado di alzare nemmeno un dito per noi, ma che addirittura ci rinfaccia quel poco che fa.. e poi la vita ci mette davanti altre persone che, con la massima spontaneità, ci offrono proprio quello che desideravamo ricevere: fosse un saluto, un abbraccio, una dimostrazione di empatia, la disponibilità a fare qualcosa..
Lì ti rendi conto di quanto quel gesto conti per te. E ti rendi conto che non devi chiederlo, perché meriti di riceverlo così: gratuitamente 💞

Messaggi di Risveglio

Qualsiasi via è solo una via, e non c’è nessun affronto, a sé stessi o agli altri, nell’abbandonarla, se questo è ciò che il tuo cuore ti dice di fare… Esamina ogni via con accuratezza e ponderazione. Provala tutte le volte che lo ritieni necessario. Quindi poni a te stesso, e a te stesso soltanto, una domanda… Questa via ha un cuore? Se lo ha, la via è buona. Se non lo ha, non serve a niente.

Carlos Castaneda

Buona settimana🍁

Il Veleno emotivo

Condivido questo articolo che ho trovato sul web. Mi ha colpito molto, specie nella sua profonda verità. E credo che sia fondamentale renderci conto che, a volte, siamo noi che ci torturiamo inutilmente e ci facciamo del male con stupide credenze e pensieri limitanti. Amare sé stessi è il primo passo per attirare amore e per stare bene, sia in salute e sia emotivamente.

Spero possa essere uno spunto di riflessione anche per altri, come lo è stato per me.

Continua a leggere “Il Veleno emotivo”

Apparenza vs Sostanza

Molto spesso ciò che sembra non è.
Ciò che è, non sembra.
A volte ciò che sembra è.
E altre ciò che non sembra non è.
Apparenza e sostanza non sono la stessa cosa,
a volte si somigliano, altre differiscono.
L’inganno è sempre dietro l’angolo.
L’unica cosa da fare è saper “guardare”.

La Custode della Luna

Egregore, malocchio, fatture e malefici

Tratto questo argomento per rispondere a delle richieste che mi sono state fatte in merito.
So che sono temi delicati che richiedono una mentalità aperta e una visione del mondo meno prosaica di quella che ci hanno inculcato, e pertanto invito a leggere questo articolo con apertura e curiosità, o, per chi è disposto a fare un passo in più, con la consapevolezza che non si tratta di stupide superstizioni.
Mi scuso se l’articolo sarà un po’ lungo, ma ci sono alcune cose da chiarire prima di affrontare questi temi.

Il mondo non si limita a quello che riusciamo a percepire attraverso i nostri sensi fisici. Quello che vediamo e sentiamo non comprende tutto quello che esiste: se avete cani o gatti, avrete sicuramente constatato che loro riescono a captare rumori, suoni, odori e altre cose che sfuggono al nostro raggio visivo, uditivo, e olfattivo. Basta fare quindi un semplice confronto col regno animale per rendersi conto che ciò che cogliamo è limitato, e che c’è qualcosa in più. Il punto è: cosa c’è di più?

L’essere umano in primis è molto diverso quello che sembra e me ne sono resa conto anche attraverso i miei studi olistici. Spesso si identifica l’uomo solo col suo corpo fisico, fatto di carne e ossa; ma in realtà è composto di altre parti che costituiscono i suoi corpi sottili:

1. Corpo eterico, molto denso e direttamente connesso al corpo fisico; comprende i nostri centri energetici (chakra), e ci permette di rigenerarci durante il sonno.
2. Corpo astrale, connesso al nostro stato emotivo e alle emozioni; può allontanarsi dal corpo e permettere i cosiddetti viaggi astrali, ma si sgancia da esso solo al momento della morte fisica.
3. Corpo mentale, è la sede dell’Io e delle intuizioni, la sede del pensiero. E’ l’energia che ci permette di visualizzare e manifestare i nostri pensieri e garantisce la nostra comprensione del mondo circostante.
4. Corpo causale, ovvero il corpo dell’anima: è la parte in cui vive la nostra coscienza superiore; registra tutte le nostre esistenze e proprio per questo è legato al karma.

Questa premessa è fondamentale per poter capire quello che andrò a spiegare adesso, e rendersi conto delle vere dinamiche che regolano il mondo che ci circonda.

Continua a leggere “Egregore, malocchio, fatture e malefici”

Ma anche basta!!

Chiedo scusa in anticipo, in primis a me stessa, perché mi ero ripromessa di tenere fuori da questo posto certi argomenti. La sola idea di nominare certe parole, che ormai vengono abusate, trite e ritrite mi repelle e qui voglio creare qualcosa che non abbia nulla a che fare con quello schifo.
Qualcuno mi dirà magari di tornare a fare i Tarocchi e leggere le carte, ma come essere umano non posso tacere. E alcune cose sono inaccettabili.

L’odio che sta emergendo negli ultimi tempi è a dir poco agghiacciante! Credo sia anche più pericoloso e “contagioso” di quello che lo provoca.
Sono veramente stanca di sentire affibbiare appellativi offensivi e denigratori a chiunque abbia un pensiero anche solo leggermente discostante da quello ufficiale. Ormai ci si sciacqua la bocca con termini irrisori, solo per mettere a tacere chi si fa delle domande, chi ha dei dubbi, chi non si sente del tutto convinto e sicuro in merito a quanto viene riportato. E, in quanto esseri umani, il senso critico “dovrebbe” far parte di ognuno: la capacità di farsi delle domande è proprio l’input che ha permesso e favorito le scoperte scientifiche che ultimamente vengono tanto idolatrate. Se fossero stati tutti automi privi di curiosità e discernimento, a quest’ora saremmo ancora all’età della pietra, sia chiaro!

Continua a leggere “Ma anche basta!!”

Radiestesia, il mio lavoro

Sono davvero felice!! Provo un’immensa soddisfazione e tanta tanta gioia, perché finalmente ho conseguito la certificazione di Operatore Olistico ad indirizzo Radiestesico e Radionico.
E siccome siamo tra amici, per festeggiare, vorrei farvi un regalo: lo trovate in fondo all’articolo.

Come ho avuto modo di spiegare più volte, dall’anno scorso la mia vita ha preso una piega del tutto diversa. Mi sono interessata ad argomenti che da tempo catturavano la mia attenzione e curiosità, ma che non avevo mai potuto approfondire. Approfittando di quella pausa forzata, mi sono dedicata anima e corpo allo studio di tutto quello che mi appassionava. Ho letto un’infinità di libri, ho studiato, mi sono aperta a nuove prospettive, nuovi orizzonti e ho iniziato a vedere la vita in modo completamente nuovo. Sulla scia di un risveglio spirituale appena iniziato e una consapevolezza in procinto di delinearsi sempre di più, mi sono aperta allo studio di questa disciplina, formandomi attraverso delle lezioni private e lo studio di vari libri. Ammetto di essere stata fortunata, perché ho trovato un insegnante valido, molto preparato, alla mano e in grado di stimolare il mio interesse, tanto che ho seguito con lui vari corsi di approfondimento.

Quindi, dopo un corso di radiestesia e radionica di livello generale, mi sono avvicinata al al ramo della radiestesia egizia e in seguito esoterica (di primo e secondo livello), e ho concluso con un corso di cristalloterapia radionica.

Continua a leggere “Radiestesia, il mio lavoro”

Mabon, il sabbat d’Autunno

Nei giorni tra il 21 e il 23 Settembre cade la festività di Mabon, uno dei sabbat minori, che celebra l’equinozio d’autunno.
Se con la festa di Lughnasad, il primo agosto, si festeggia l’inizio del raccolto, Mabon rappresenta invece la fine della mietitura, in quanto ci si sta avvicinando all’arrivo dell’inverno. Simboleggia quindi il momento per tirare le somme e fare un bilancio di ciò che è stato seminato.

Regina Maeve

In origine questo sabbat serviva a celebrare la nascita della Regina Maeve (o Mab), una donna bellissima e molto intelligente, onorata come una dea e divenuta leggendaria come guerriera. Vorrei ricordare che nel mondo celtico le donne godevano degli stessi diritti degli uomini: potevano possedere proprietà, occupare ruoli importanti nella società, e non erano vincolate alla monogamia.
Maeve era rispettata e temuta dal suo popolo, il quale credeva che avesse poteri magici: ella era infatti molto abile nella creazione di veleni e pare che sia stata lei a creare l’idromele (chiamato proprio meadh). Era solita offrire questa bevanda alcolica ai suoi guerrieri, portandoli in uno stato di estasi.
Dopo la sua morte, fu venerata come dea dei guerrieri, ma anche come colei che garantiva il contatto tra i mondi. Chi voleva diventare re doveva invocare il suo nome: se avesse ricevuto la visione del suo spirito offrirgli l’idromele, allora significava che aveva diritto a regnare, altrimenti doveva rinunciare. E’ venerata anche come regina delle Fate.

In seguito questa festa fu associata all’agricoltura: nell’antica Grecia era legata ai Misteri Eleusini, che ripercorrevano il mito di Persefone. Questo era il momento in cui doveva nuovamente scendere nell’Ade. Mabon è quindi considerato il corrispettivo maschile della figlia di Demetra.

Continua a leggere “Mabon, il sabbat d’Autunno”