A quali Spiriti ti rivolgi?

Premetto che ciò che scrivo non è il Vangelo, ma frutto di studio, ricerca e considerazioni personali. Lo ribadisco sempre ma, come si suol dire, repetita iuvant.
Da quando mi sono approcciata al mondo spirituale mi sono imbattuta in tutto e il contrario di tutto. Ci sono diversi pensieri che si riscontrano in più filoni, mentre su altre questioni ci sono vedute estremamente distanti, per non dire opposte.. e la cosa che lascia spesso confusi è che ognuno sembra avere la verità in tasca, la ricetta perfetta per la vita perfetta.

In questo periodo, in modo particolare, c’è un notevole fermento di energie e se prima era comunque doveroso fare attenzione, ora è ancora più necessario capire a chi ci si rivolge e con che tipo di energia si lavora.. perché chi non ci crede può anche pensare che queste siano tutte cavolate, ma la verità è che con le energie non si scherza, e il rischio di attirare schifezze di ogni sorta è sempre dietro l’angolo.

Come ho già avuto modo di spiegare in diverse occasioni, l’essere umano non è solo carne e ossa, ma soprattutto energia. Siamo costituiti da un corpo fisico e da diversi strati di corpi sottili, i quali modificano e influenzano il corpo fisico e ne vengono modificati a loro volta. La malattia si manifesta sempre a partire da uno squilibrio energetico, che poi si concretizza sul piano fisico, apportando sintomi e problematiche sempre più evidenti. Esistono numerosi studi scientifici che dimostrano che è nei campi sottili che ha origine lo squilibrio e che più diventa denso, più il corpo è affetto dai danni. Questo perché i corpi sottili non sono solo “esterni” al corpo fisico, ma anche interni: terapie come l’agopuntura, ad esempio, si basano proprio sui meridiani del nostro corpo, che permettono al nostro chi di fluire (il chi è la nostra energia vitale, conosciuto anche come prana).
Il nostro corpo viene inoltre particolarmente influenzato dai nostri pensieri e dalle nostre emozioni. Il cuore ha un campo elettromagnetico ben 60 volte più potente di quello del cervello, pertanto tutto ciò che sperimentiamo a livello emotivo, che sia positivo o meno, ha un impatto estremamente rilevante sulla nostra salute. Che le nostre emozioni si riflettano sul piano fisico, lo possiamo constatare quotidianamente, con qualsiasi emozione: l’ansia crea una morsa allo stomaco, le preoccupazioni succhiano le energie e fanno sentire stanchi, la gioia può esplodere in un pianto felice, la calma si riflette sul respiro più lento e profondo.. Tutto ciò che proviamo ha una risposta pressoché immediata sulla reazione fisica del nostro organismo e va ad alterare il nostro campo energetico.

Continua a leggere “A quali Spiriti ti rivolgi?”

Messaggi dall’altrove

Essere ambasciatrice di messaggi inaspettati è qualcosa che metto in conto spesso quando leggo le carte, ma trovarmi a essere portavoce di comunicazioni inattese, ricevute in sogno, è qualcosa che non avevo mai contemplato. Non ho mai pensato di essere una sensitiva, non mi è mai successo nulla che mi permettesse di pensarlo, ma ultimamente mi sembra di essere diventata una sorta di channeler anomala. All’inizio ero alquanto sorpresa della cosa e ammetto che trovare il coraggio di comunicare ciò che avevo ricevuto non è stato semplice: ho passato diverso tempo a chiedermi se aveva senso o meno disturbare qualcuno per qualcosa che poteva essere un semplice e banalissimo sogno.

Nonostante abbia a che fare con certi studi e argomenti, la mia logica mi ha messo di fronte a varie domande e paure che mi sembravano più che ragionevoli e sensate: come potevo chiamare una persona che non vedo o non sento da tempo e dirle “sai, ti ho sognato.. avrei una cosa da dirti da parte di qualche tua guida“? Per quanto una persona possa avere la mentalità aperta e la propensione ad andare oltre l’ordinario, certe cose restano delicate e toccano corde che sfociano nell’empatia e nella sensibilità di ognuno. (Non tutti sono disposti a dare atto a cose che non possono essere comprovate/spiegate razionalmente).
Io stessa mi sono spaventata nel rendermi conto di quanto quei messaggi fossero corretti, specifici e precisi in ogni loro dettaglio; ogni elemento si incastrava perfettamente e combaciava con situazioni reali che io ignoravo completamente e di cui non potevo sapere assolutamente nulla. Mi sono resa conto di essere stata semplicemente “usata” dagli spiriti come canale, affinché potessi riferire qualcosa di specifico a chi di dovere.

Continua a leggere “Messaggi dall’altrove”

Protezione Angelica

Di recente ho avuto modo di seguire un webinar molto interessante sugli angeli, tenuto da un relatore di spicco: l’angelologo Kyle Gray. Forse alcuni lo conoscono già, essendo autore di diversi best seller e co-autore di mazzi oracolari; io ho avuto modo di apprezzarlo quando mi sono formata come card reader.

Il webinar era in inglese, e trattandosi di una lingua non fruibile per tutti, mi piacerebbe condividere alcuni punti salienti, che secondo me valgono la pena di essere conosciuti.

Questo Angel training era incentrato sugli angeli e su come possiamo interagire con loro: la cosa straordinaria è che ci sono più vicini di quanto immaginiamo e che desiderano comunicare con noi per aiutarci nel nostro percorso. Gli Angeli sono aconfessionali, il che significa che non seguono una religione particolare, ma sono entità riconosciute da tutti indistintamente, e chiunque può entrare in contatto con loro. Non somigliano alle immagini che vediamo solitamente sul loro conto, sono esseri di luce, fatti di pura coscienza ed energia, quindi molto meno densi di noi, e non hanno né nome, né sesso.

Il loro modo per entrare in comunicazione con noi non è sempre di facile interpretazione o immediato: talvolta, specie se una persona è chiarosenziente, può riuscire a percepire chiaramente il loro messaggio, ma solitamente comunicano attraverso segni, simboli, immagini, numeri, messaggi che sembrano per noi anche se in quel preciso momento non stavamo cercando nulla. I segni sono un chiaro segno (scusate il gioco di parole) che siamo sul giusto cammino: solo se siamo allineati possiamo riceverne, e ci indicano che non siamo soli e che godiamo della protezione celeste. L’aiuto è sempre disponibile, basta chiederlo ed essere disposti a riceverlo.
Tuttavia anche il modo in cui chiediamo è importante, e può fare la differenza sull’esito della risposta.

In molti infatti si rapportano al sacro solo quando le cose vanno male e hanno bisogno di aiuto, mentre per il resto del tempo dimenticano completamente la componente ultraterrena, come se non esistesse. Poi, quando di nuovo la vita fa sentire il suo tocco pesante, o subentrano situazioni difficili, ecco che si ritorna nuovamente a pregare.
Non è così che funziona però.
La relazione col divino è come qualsiasi altra relazione e si basa sulla fiducia e sull’autenticità.

Continua a leggere “Protezione Angelica”

Unicorni, Fate, Angeli ed Esseri di Luce

Oggi desidero parlarvi di queste creature eteriche alle quali, purtroppo, in molti non credono, considerandole pure fantasie. So che è difficile scardinare certe convinzioni e abbandonare una mentalità prettamente prosaica, ma mi rattrista sempre constatare certi pregiudizi.
Non si tratta di favole per bambini, anzi, la verità è che spesso le favole le raccontano agli adulti, e con ottimi risultati oserei dire, distorcendo completamente la visione di quella che è la realtà, e inducendo le persone a vivere come criceti che devono far girare la ruota continuamente. E se non riusciamo a concepire l’idea di altre dimensioni, di altre verità, di altre possibilità, probabilmente è perché siamo talmente invischiati nella “matrix” e nelle false credenze, che ammettere qualcosa di diverso risulta praticamente impossibile.

Quando si intraprende un percorso spirituale, la prima cosa che succede, oltre a un momento di profonda crisi, è rendersi conto dei giochi a cui si è stati sottoposti, in maniera del tutto inconsapevole. E questi giochi, queste “favole”, queste bugie sono create proprio con lo scopo di distrarci dal nostre vero Sé, e tenerci focalizzati su preoccupazioni effimere, di bassa energia. Più siamo distratti e più rimaniamo inconsapevoli, e più siamo inconsapevoli, più è facile manipolarci. Più ignoriamo chi siamo, e più è possibile farci credere (e fare) qualunque cosa.

Il risveglio porta con sé l’acquisizione di un certo spirito critico: impari a vedere le cose per come sono, e non come sembrano, impari a discernere le bugie dalla verità, e impari a essere libero, padrone della tua vita. Il che non significa che tutto magicamente inizia ad incastrarsi alla perfezione, perché è un processo per nulla indolore, né semplice, ma impari a usare i tuoi sensi per vedere e sentire realmente cosa c’è intorno a te, senza più filtri ingannatori.
Avete presente l’immagine del monaco che, meditando, inizia a levitare sollevandosi da terra? A prescindere dall’effettiva possibilità di compiere una simile azione sul piano fisico, il senso di quella levitazione è proprio il distacco totale dalla materialità e l’ascensione verso una consapevolezza più profonda ed elevata. E’ il raggiungimento di altre dimensioni, popolate da esseri puri ed eterei, che emanano saggezza e amore incondizionato.

Continua a leggere “Unicorni, Fate, Angeli ed Esseri di Luce”

Cristalli e Consulti

Nonostante io nasca come traduttrice, la passione per il mondo olistico sta diventando il mio focus principale, e mi piace sviluppare costantemente le mie competenze attraverso corsi di formazione e studi personali. Si trovano tante possibilità formative al giorno d’oggi, e per fortuna l’accesso a determinate conoscenze non è più elitario come un tempo.

Ho infatti appena finito di seguire un corso di Crystal Energy, tenuto dal Doreen Virtue, psicoterapeuta e life coach, e Judith Lukomski, life coach ed esperta di cristalli. Non ero a digiuno di certe nozioni, perché in diverse occasioni mi sono trovata a lavorare con le pietre, anche nell’ambito radiestesico, attraverso la creazione delle griglie di cristalli, ma si possono scoprire sempre cose nuove, e così è stato anche in questo caso.
Ho imparato infatti che i cristalli sono un altro valido strumento di “divinazione”, e uso le virgolette perché intendo dire che, attraverso di loro, si possono rivelare aspetti e bisogni di una persona, e aiutarla a ripristinare il suo equilibrio interiore.

La cristalloterapia ne è una prova e, che ci crediate o no, l’energia di un cristallo nella vostra vita può veramente fare la differenza.
Si tratta di un elemento vivo, profondamente connesso alla Terra, e la sua stessa struttura minerale è risonante con quella del nostro corpo fisico. I cristalli vengono utilizzati in tantissimi ambiti, dalla tecnologia alla medicina, proprio per le loro proprietà piezoelettriche, e tutti noi possiamo beneficiare della loro energia anche semplicemente indossandoli, o tenendoli in mano.

Scoprire quale cristallo ci attrae può rivelare tanto di noi, specie se ci avviciniamo a questo mondo con un intento, o per guarire un aspetto della nostra vita. Se abbiamo bisogno di comunicare meglio le nostre idee, di far fluire l’amore nella nostra vita, di trovare serenità e pace, di mantenere un sano e collaborativo equilibrio familiare, o di attivare la nostra energia creativa -tanto per fare alcuni esempi- i cristalli possono essere un efficace supporto nella realizzazione dei nostri scopi.

Continua a leggere “Cristalli e Consulti”

Meditazione di Benessere

Prendersi cura di sé e lavorare su se stessi è necessario non solo a livello individuale, ma anche per cooperare alla creazione di una realtà migliore. Ognuno di noi è responsabile del suo piccolo microcosmo e, a livello collettivo, del macrocosmo in cui ci troviamo. Se vogliamo un mondo sano e giusto, dobbiamo essere noi per primi, ognuno di noi, sani e giusti, dobbiamo creare armonia in noi, e solo in questo modo saremo in grado di manifestarla.

Mi piace condividere quello che imparo, e ho svolto questa meditazione durante il corso di Crystal Energy che sto frequentando ora e che mi aiuta a lavorare con l’energia dei cristalli.

Vi propongo quindi questa piccola meditazione, da fare poco prima di dormire. E’ un esercizio che può favorire il riallineamento dei chakra, e allo stesso tempo portare beneficio a livello spirituale, perché permette di calmarsi e centrarsi.

Con amore💜 

Difesa contro le Arti Oscure

Questo articolo segue quanto ho pubblicato ieri in merito all’affidabilità di un operatore e, come avevo anticipato, ha lo scopo di presentare alcuni metodi con cui proteggersi da eventuali attacchi energetici di natura malevola.
Prima di spiegare questi metodi, devo però fare alcune precisazioni, affinché le informazioni qui fornite non siano fuorvianti o mal interpretate.

La magia, senza distinzioni, si avvale sempre di un testimone sul quale operare. Il testimone è l’impronta energetica della persona e può essere una traccia biologica di qualsiasi natura, una firma, una foto, un suo oggetto.. oppure si può “costruire” attraverso i dati della persona stessa (nome, cognome e data di nascita). Un testimone biologico è da preferire, ma una volta attivata l’impronta energetica della persona, anche uno artificiale ha la stessa identica valenza.
E’ il motivo per cui anch’io, quando eseguo un rituale, chiedo i dati del diretto interessato, in modo che ciò che faccio vada a influenzare direttamente il suo campo energetico, manifestando ciò che desidera.
Naturalmente un conto è agire per il bene, favorendo le condizioni di uno specifico intento, ben altro è agire con spirito malevolo, andando ad attaccare la struttura energetica di un individuo.
Purtroppo, se qualcuno agisce su di voi e voi non siete adeguatamente protetti, potreste effettivamente subire le conseguenze di qualche tipo di attacco.

Detta in maniera semplice e comprensibile per tutti, si tratta di una sorta di “livello avanzato di malocchio”: un malocchio può provocare emicrania, dolori, senso di pesantezza, nausea, malessere di varia natura, ma è qualcosa di relativamente lieve entità e si può risolvere abbastanza velocemente.
Invece, un’azione magica negativa, specialmente se parliamo di magia cerimoniale, ha ben altro effetto, poiché coinvolge entità basse, pesanti, oscure che vanno ad attaccare la persona designata, portando conseguenze di notevole entità: da comportamenti autosabotanti, a malattie debilitanti, tumori e persino la morte.
Non voglio spaventare nessuno, ma è bene che certe cose si sappiano, perché sapendolo ci si può proteggere. Come?
Vi propongo alcune strategie, valide a titolo preventivo. (Mi scuso di nuovo per la lunghezza dell’articolo, ma ci tengo a offrirvi più informazioni possibili).

Continua a leggere “Difesa contro le Arti Oscure”

Mi posso fidare?

La cattiveria umana è qualcosa che non ho mai compreso. Purtroppo la conosco bene, anzi, oserei dire che ho avuto “l’onore” di incontrare tra i migliori maestri su piazza, eppure non riesco a concepirla, e per quanto mi sforzi non arrivo a comprendere cosa spinga una persona a fare del male. Quale psicopatico piacere ne tragga.

Non fraintendetemi, sono umana, e se devo mandare qualcuno a quel paese lo faccio.. ma come atto di difesa, e mai di attacco. Ho adottato da diverso tempo la filosofia del “vivi e lascia vivere“, non sono un’attaccabrighe e non mi sognerei mai di andare da qualcuno col solo scopo di farlo soffrire, sia esso un estraneo o qualcuno che conosco.
Il mio non è solo un gesto dovuto al cuore e all’educazione, ma è una scelta consapevole, mossa dal fatto che conosco le implicazioni energetiche e karmiche di un atto tanto meschino.

Quando si imparano certe cose, è necessario essere chiari e onesti con se stessi e capire da quale parte si sta, come si vuole operare. Conoscere le energie ti dà una certa responsabilità, e devi decidere a che scopo vuoi usare questo “potere”. Non puoi tenerti nel mezzo, perché le tue azioni hanno senso solo se ci credi, solo se riconosci il valore di ciò che fai. Pertanto sei chiamato a scegliere: bene o male? E la scelta è quasi immediata, non ci devi pensare su a lungo, perché è quello che sei che ti indirizza.

Ora, nel mio settore ci sono varie personalità che operano e che si avvalgono di conoscenze anche più approfondite delle mie, ma purtroppo non tutti sono limpidi e onesti.
Io sono su un percorso di formazione e metto a disposizione ciò che so, ben consapevole del fatto che ho ancora molto da scoprire. Tuttavia, vorrei offrirvi delle linee guida per comprendere autonomamente quando potete fidarvi e quando invece dovete far suonare ogni possibile campanello d’allarme, perché purtroppo di ciarlatani ce ne sono tanti, e purtroppo esiste il pericolo concreto di incontrare gente che fa del male al prossimo, minacciando anche di “attaccare” attraverso l’esecuzione di riti demoniaci. E’ a causa loro che esistono tanti pregiudizi e paure nei confronti di certe discipline e io desidero darvi alcuni consigli su come smascherarli e non cadere nella loro trappola.
(Mi scuso se l’articolo sarà un po’ lungo, ma credo che valga la pena spiegare queste cose nel dettaglio).

Continua a leggere “Mi posso fidare?”

Ankh, la chiave egizia della vita

Oggi desidero parlarvi di un simbolo veramente molto antico, ma anche molto potente: l’Ankh. Conosciuto anche come croce ansata, chiave di Iside o chiave della vita, rappresenta la vita eterna ed è un simbolo di protezione. Secondo alcuni studi, è probabile che derivi da Atlantide.

Mi sono imbattuta in questo simbolo durante un interessante corso di Radionica Egizia, durante il quale ho potuto approfondire lo studio di diversi simboli e il loro utilizzo, in modo da beneficiare della loro emissione vibrazionale. In tal senso l’Ankh serve per la pulizia energetica dei luoghi e delle persone: ripulisce e riarmonizza.

Per comprendere al meglio la valenza dell’Ankh, dobbiamo tenere conto del fatto che la cultura egizia prevedeva un ciclo di vita, morte e rinascita. La morte era vista come un passaggio da un regno all’altro, e le ricchezze che venivano riposte nei sarcofagi servivano a garantire una transizione senza interferenze.

Continua a leggere “Ankh, la chiave egizia della vita”

Incontri di Anime

Negli ultimi post, in più occasioni ho avuto modo di parlare di fiamme gemelle e incontri karmici. Sono argomenti alquanto discussi, e credo sia opportuno fare un po’ di chiarezza.

Relazioni Karmiche💔
Le relazioni karmiche sono relazioni che hanno lo scopo di insegnarci tutto ciò che non vogliamo. Sono intense, ma solitamente di breve durata, poiché il rapporto con il partner non è né semplice, né sereno. Nonostante questo, facciamo molta fatica a distaccarci e a chiudere la storia, poiché si tratta di un legame che sfugge a ogni logica e persino al buon senso: razionalmente comprendiamo che quella persona non fa per noi, che non saremo mai felici al suo fianco, ma qualcosa ci trattiene a lei a livello inconscio, benché questo ci induca a soffrire e a vivere sensazioni di dolore. Il rischio è di confondere quella “catena” con l’amore: non è amore. E’ un rapporto che ha un valore per la nostra evoluzione, ma non in senso romantico, anche se così sembra. Quello che percepiamo è la connessione che deriva dall’incontro con quella stessa persona avvenuto in una vita passata. In qualche modo la riconosciamo e ne siamo attratti, eppure fin da subito una vocina dentro di noi ci avverte che sarà una storia senza futuro.
In questo tipo di relazione, uno dei due partner o entrambi devono imparare qualcosa dall’incontro con l’altro: il partner è un mezzo attraverso il quale mettere in luce dei lati della nostra coscienza. Ci fa da specchio, e ci mostra tutto ciò che abbiamo attirato (perché siamo stati noi, con la nostra vibrazione, ad attrarre quella persona nella nostra vita): attaccamento, dipendenza, bisogno di controllo, possessività.. Se temiamo di essere traditi, ci tradirà; se siamo gelosi e possessivi, ci controllerà. E’ l’immagine concreta di tutti i nostri disequilibri interiori, e solo quando ne prendiamo atto riusciamo a distaccarci da quella persona. Un distacco prematuro, senza una piena consapevolezza delle lezioni da comprendere, ci porterà solo a ripetere lo stesso film con lo stesso partner, oppure un altro, che però reciterà lo stesso identico copione del primo.
Il karmico è quindi qualcuno che ci mostra la nostra dualità interiore: se rappresenta ciò che non vogliamo, dall’altro lato ci mostra però ciò che siamo, la nostra frequenza vibrazionale (il simile attrae il simile), pertanto questo genere di relazioni ci deve indurre a lavorare su noi stessi piuttosto che a incolpare l’altro. Dobbiamo trasmutare le nostre emozioni, affinché si allineino fedelmente a quello che davvero vogliamo attrarre nella nostra vita: dobbiamo cioè essere ciò che desideriamo.

Continua a leggere “Incontri di Anime”