Fai brillare l’Angelo che è in te (parte 2)

Se non l’avete fatto, vi invito a leggere la prima parte, nella quale ho parlato di cosa succede al nostro corpo e alla nostra psiche quando viviamo situazioni traumatiche e stressanti.
In questa seconda parte spiegherò come cercare di uscire dai drammi attraverso scelte consapevoli, sia relativamente alla cura verso sé stessi e sia nei rapporti interpersonali. L’autrice offre una serie di consigli, spiegando che alimentazione, ambiente circostante e relazioni hanno un impatto significativo sul nostro stato di benessere psicofisico e che i nostri comportamenti hanno il potere di modificare l’ago della bilancia della nostra serenità.

Il cibo è il primo fattore: come abbiamo visto, ci sono alimenti che favoriscono lo stress e alimenti che invece lo combattono. L’autrice consiglia di evitare l’eccesso di zuccheri, di alcol, di caffeina (e altre sostanze che contengono istamina) e consiglia di sostituirle con sciroppo d’acero, cereali integrali, avena, zucca, frullati e verdure fresche.
Doreen parla anche di alcuni rimedi naturali che aiutano ad alleviare lo stress, come ad esempio la camomilla (favorisce il sonno ed è anche un buon antinfiammatorio); l’erba di San Giovanni o iperico (ha mostrato di ridurre i sintomi depressivi), la lavanda (da usare anche come olio essenziale e che funziona come ansiolitico), oli essenziali di agrumi (favoriscono la normalizzazione degli ormoni neuroendocrini e la funzione immunitaria), e la melatonina (che viene secreta dalla ghiandola pineale, ma può essere integrata in caso di bisogno).

Ci sono inoltre particolari accorgimenti in merito all’ambiente che ci circonda: si tratta di attenzioni a cui magari, tendenzialmente, non si pensa, ma che in realtà possono influire sulla nostra qualità di vita. Un ambiente “naturale” ha un impatto importante sulla nostra salute psicofisica e l’autrice invita a privilegiare materiali privi di sostanze chimiche dannose (come pavimenti in legno e vernici ecologiche). Anche per l’igiene della casa e del bucato sono da preferire prodotti naturali, come oli essenziali che disinfettano e puliscono( lavanda, eucalipto e tea tree), evitando i prodotti che contengono sostanze come acetaldeide e benzene, che rischiano di provocare reazioni allergiche.
Per quanto riguarda l’igiene personale, meglio evitare sostanze come benzoati e coloranti, che oltre a scatenare allergie possono avere effetti cancerogeni (in commercio esistono valide alternative naturali a buon mercato, sia per l’igiene e sia per la cosmesi).
Tutto ciò che entra in contatto con il corpo dev’essere il più naturale possibile: la biancheria intima e quella da letto è importante che siano traspiranti e confortevoli, fatte di fibre naturali come canapa, bambù o lino.

Un altro consiglio è ascoltare musica rilassante e meditativa: la musica ha un impatto notevole sul nostro cervello, e ha il potere di ridurre lo stress, l’ansia e l’insonnia e di migliorare la frequenza cardiaca (a patto che non si tratti di heavy metal o techno). E’ stato riscontrato che la musica dolce può favorire la guarigione dalle reazioni post-traumatiche, in quanto permette di ridurre i livelli di cortisolo.

Continua a leggere “Fai brillare l’Angelo che è in te (parte 2)”

Fai brillare l’angelo che è in te (parte 1)

Ho iniziato a leggere un libro molto interessante di Doreen Virtue, che si intitola Fai brillare l’Angelo che è in te. L’ho preso perché, nonostante io non mi senta sopraffatta dalla negatività, credo sia comunque utile trovare un modo di gestire tutte le pressioni, lo stress e le preoccupazioni che ci stanno bombardando con particolare intensità da un anno a questa parte.

Vivendo determinate circostanze e parlando con certe persone, mi sono resa conto di quanto sia difficile a volte relazionarsi con gli altri. Puoi parlare, ma non vieni capito.
C’è molto individualismo, le persone sono parecchio concentrate su sé stesse, e le varie preoccupazioni quotidiane non fanno altro che aumentare questo distacco, questa sorta di “alienazione l’uno verso l’altro“. Gli scambi interpersonali sono cosa rara. Ci si ascolta per rispondere, non per ascoltare. Quante volte abbiamo sentito questa frase? I problemi cui siamo soggetti, che focalizzano la nostra attenzione e succhiano le nostre energie, hanno come ennesimo effetto collaterale quello di allontanarci l’uno dall’altro, portandoci a comunicare in modo sterile, arido, vuoto.

Superficialità, menefreghismo, apatia, egoismo, noia, solitudine, manie di protagonismo.. sono prerogative sempre più comuni.
Genuinità, spontaneità, bontà (che non è buonismo), apertura, disponibilità, altruismo, benessere, soddisfazione, gioia, gratitudine, riconoscenza, autenticità.. sono invece sempre più rare.
Da diversi anni ho maturato l’idea che la crisi economica abbia portato con sé una profonda crisi di valori. Mancano soldi, manca lavoro, mancano prospettive, e manca fiducia.. e come conseguenza manca umanità.
Benché riscontrassi questa cosa in modo piuttosto frequente, credevo di essere forse troppo severa, troppo rigida.. Ma leggendo questo libro, ho scoperto che i miei sospetti erano fondati.

L’autrice parla di come lo stress e gli eventi drammatici e traumatici possano influire non solo sulla nostra psiche, alterando i nostri processi neuronali, ma anche dell’impatto a livello fisico. Qualunque forma di trauma, di maltrattamento, di paura intensa va a modificare anche la nostra secrezione ormonale, alterando il nostro equilibrio salutare. Il problema è che la secrezione di certi ormoni diventa quasi una sorta di dipendenza, ergo: il dramma attira altri eventi drammatici.
Il nostro corpo, che è meravigliosamente perfetto, reagisce e cambia in base agli eventi che noi viviamo. Se pensiamo di essere vittime delle circostanze, in realtà spesso sono le nostre scelte a condurci verso una determinata condizione.

Continua a leggere “Fai brillare l’angelo che è in te (parte 1)”

Ikigai, il metodo giapponese per una vita felice

Da come forse si sarà intuito, nutro un grande interesse per la cultura giapponese.
Quello che mi affascina particolarmente è proprio quel modo diverso di concepire la vita e di rapportarsi al mondo e agli altri.
Purtroppo non ho ancora avuto la fortuna di visitare il Paese del Sol Levante, quindi tutto ciò che so l’ho imparato dai libri e da un corso di lingua a cui mi ero iscritta, e nel quale ho avuto modo di approfondire diverse tematiche.

Durante il mio ultimo trasferimento all’estero, all’interno di una grande libreria ho scovato un testo che ha immediatamente catturato la mia attenzione. Il titolo inglese è “IKIGAI, The Japanese Secret to a Long and Happy Life“, scritto da Héctor Garcia e Francesc Miralles (so che esiste anche la traduzione italiana).

I due autori parlano del loro viaggio a Okinawa, nel corso del quale hanno scoperto un popolo particolarmente sano e longevo, in cui il senso di comunità, di gioia di vivere e di tranquillità sembrano creare una specie di isola felice, al di fuori del mondo.

Ma che cosa significa ikigai e quali sono le regole per vivere così sereni e realizzati?

Schema del concetto Ikigai
Continua a leggere “Ikigai, il metodo giapponese per una vita felice”

Il potere del cervello quantico

Il primo vero stimolo al mio “risveglio“, ciò che mi ha spinto a intraprendere questo percorso spirituale che mi ha poi portata a riconoscermi prima di tutto come Anima e in secondo luogo come Strega, è stato un libro che, in realtà, non parla affatto di temi animici o spirituali, ma che affronta un argomento molto più concreto e, se vogliamo, scientifico.
Sto parlando de “Il potere del cervello quantico” di Italo Pentimalli e J. L. Marshall.

Come si può dedurre dal titolo, questo libro parla di come funziona il nostro cervello, dei meccanismi attraverso i quali apprendiamo le cose e di come si creano programmi e credenze limitanti che ci condizionano poi per tutta la vita, plasmando il nostro comportamento e i nostri pensieri.

Gli autori partono dalla descrizione dei meccanismi che regolano l’apprendimento: quando nasciamo il nostro cervello è quasi completamente privo di informazioni, e a mano a mano che queste informazioni ci arrivano, il cervello le elabora. Infatti, ogni volta che impariamo qualcosa, i neuroni si collegano tra loro elettronicamente e bio-chimicamente, formando delle sinapsi (che sono appunto i collegamenti neuronali). All’inizio queste sinapsi sono semplici informazioni di base, ma poi le informazioni di base iniziano a cooperare tra loro formando conoscenze più complesse. Una volta che la conoscenza viene acquisita a livello inconscio, questa non viene più messa in discussione e non richiede più alcuna verifica. Quindi interrompere certi automatismi per creare nuovi schemi elettrici non è affatto semplice.

Continua a leggere “Il potere del cervello quantico”

Book Addicted 📚

“Questa è la parte più bella di tutta la letteratura: scoprire che i tuoi desideri sono desideri universali, che non sei solo o isolato da nessuno. Tu appartieni.”
Francis Scott Fitzgerald

Libri!!
Una passione nata molto prima che imparassi a leggere, che è accresciuta nel momento in cui ho potuto accedere a quelle soglie verso mondi sconosciuti, e si è sviluppata attraverso i miei studi umanistici.

Leggere per me è sempre stato un piacere immenso, un’evasione dalla realtà, il modo più facile e veloce di viaggiare e calarsi in un contesto diverso nel quale vivere una specie di sogno il cui finale è già scritto, ma che scopri piano piano, pagina dopo pagina.
La magia dei libri è proprio questa: farti vivere emozioni, esperienze, situazioni, farti immedesimare in quello che leggi e, mentre ti riscopri come parte di qualcosa, ritrovarti nel tuo io più profondo.

Continua a leggere “Book Addicted 📚”