Pietre e Cristalli, che fare quando si rompono?

Torniamo a parlare di uno degli argomenti che mi sta piĂą a cuore, anche se devo ammettere che qui tratto solo temi a cui tengo in maniera molto sentita. Ogni cosa di cui parlo è davvero un pezzo di me e dietro ogni articolo ci sono ricerche personali, studi, esperienze.. questo è il mio “piccolo Universo”.

Oggi vi parlo di pietre, di come comportarsi quando si spaccano, si scheggiano o si rompono, se è possibile continuare a usarle e in che modo, oppure se è necessario disfarsene e come è opportuno farlo.

Nel mio precedente post sui cristalli avevo dato delle linee guida generali su come sceglierli, purificarli e programmarli per il proprio benessere. Ma può capitare che durante l’utilizzo di una pietra, anche solo per sbadataggine, questa ci cada dalle mani e si rompa. Che fare?

Il mese scorso in un negozio di pietre e oggetti esoterici avevo trovato delle cosine interessanti, tra cui un bellissimo occhio di gatto. Era abbastanza grande, con delle meravigliose tonalitĂ  di grigio. Non era adatta a diventare un ciondolo, e per tenerla a contatto con la pelle la mettevo all’interno del reggiseno, in modo che potesse trasmettermi le sue proprietĂ . Ebbene, la settimana scorsa, tornando a casa da una passeggiata, nel momento in cui mi stavo togliendo giacca e scarpe, mi è scivolata via, andando a sbattere e a rotolarsi sul pavimento. Sembrava ancora intatta, ma prendendola in mano mi sono accorta che si era scheggiata e mi sono sentita malissimo.
Ecco, so che questo può sembrare esagerato, ma le pietre per me sono elementi “vivi”: non sono semplici oggetti, sono doni della natura benevoli e potenti, e io sono affezionata a ogni pietra che possiedo esattamente come sono affezionata alle mie erbe e ai miei mazzi di carte, e non per una questione economica, ma proprio per il rapporto che si instaura con loro. Perciò ci resto davvero male quando una di loro “mi lascia”.

Continua a leggere “Pietre e Cristalli, che fare quando si rompono?”